Avezzano Chiese NOTIZIE

Antrosano – La Chiesa dell’Immacolata Concezione e l’arte contemporanea

di Matteo Biancone

La chiesa dell’Immacolata Concezione, sita nella parte bassa del paese di Antrosano, frazione di Avezzano, è stata costruita in tempi recenti.

Il 15 dicembre del 1985 fu posata la prima pietra e la chiesa fu inaugurata nel 1990. I lavori furono realizzati grazie ai finanziamenti della Curia e con il concorso di famiglie e imprese locali.

La Chiesa dell’Immacolata Concezione è una chiesa sussidiaria, che dipende dalla Chiesa Parrocchiale di Santa Croce, sita nella parte più antica di Antrosano, della quale abbiamo già parlato la scorsa settimana.

La Chiesa dell’Immacolata Concezione è posta nella parte più nuova e abitata del paese e vi si svolgono molte attività liturgiche e parrocchiali. Lo spazio esterno è curato, sono presenti panchine, alcuni giochi per bambini e anche un piccolo monumento in ricordo delle vittime del terremoto.

La chiesa, di stile moderno, si nota per la sua pianta ottagonale, è ad aula unica, con annessa sacrestia, che ha un accesso indipendente. Tutte la facciate sono rivestite con mattoni a faccia vista. All’interno la chiesa è stata abbellita con opere di arte contemporanea a tema religioso. 

Già in occasione dell’inaugurazione della chiesa l’allora parroco Don Aldo Antonelli e alcuni rappresentanti della comunità parrocchiale incaricarono nel 1990 il noto artista avezzanese Dante Simone che realizzò il dipinto dell’Immacolata Concezione, che vediamo posto sopra l’altare.  La pala, delle dimensioni di cm.200 x 275, fu consacrata il 30 agosto 1990 dal Vescovo Mons. Biagio Terrinoni. La Madonna è raffigurata al centro, avvolta da un’aureola luminosa a forma di mandorla ovoidale che emana fasci di luce che illuminano da una parte il paesaggio dell’antico borgo sovrastato dal maestoso Monte Velino, dall’altra, la Piana del Fucino. Ai piedi della Madonna è ritratto un mandorlo in fiore, che rappresenta un omaggio alla Madonna, ma anche alla storia del paese, perché sul terreno ove ora sorge la chiesa esisteva un antico mandorleto.

Alla destra dell’altare troviamo un’opera dell’artista Mauro Tersigni, che nel 1990 fece per la chiesa il “Crocifisso più meno”, grande tavola in legno massello laccato di dimensioni  cm 300x400x40  sul quale ci sono due croci, che appaiono una in rilievo e l’altra incisa a rappresentare “la dialettica tra il pieno e il vuoto, ovvero il corpo divino e la sua impronta terrena …..”. 

L’artista Pasquale Di Fabio realizzò invece i pannelli della Via Crucis, inaugurata il 13 aprile 1991.

Nella parete absidale, dietro all’altare, è stata realizzata nel 2006 una monumentale ricostruzione in ceramica del Cenacolo, con Gesù e i discepoli, realizzata dal ceramista e scultore Nino Di Simone di Castelli.

Anche altre opere arricchiscono la chiesa, decorata da vetrate policrome con immagini di significato religioso.

Fonti:

Related posts

Stiamo militarizzando il cielo e la terra.

Redazione

AGGIUDICATA LA GARA PER IL COMPLETAMENTO DEL NUOVO MUNICIPIO DI AVEZZANO

Redazione

La storia delle croce scolpita nella roccia del Monte Velino

Redazione

Leave a Comment