Gioia dei Marsi NOTIZIE Pratola Peligna

Concluse le tre giornate di pellegrinaggio da Gioia verso il Santuario della Madonna della Libera di Pratola Peligna e verso la Chiesa di S.Vincenzo Martire a Gioia Vecchio per venerare la Madonna delle Grazie

Si sono concluse tre intense giornate dedicate agli storici pellegrinaggi da Gioia verso il Santuario della Madonna della Libera di Pratola Peligna e verso la Chiesa di S.Vincenzo Martire a Gioia Vecchio per venerare la Madonna delle Grazie. Emozioni forti che si perpetuano nel tempo, tradizioni che si tramandano di generazione in generazione che quest’anno ho avuto l’onore di vivere per la prima volta da pellegrino e da Sindaco e che porterò per sempre, gelosamente custodite, nel mio cuore. Percorsi comunitari di fede che stimolano profonde riflessioni utili per ritrovare la giusta dimensione con noi stessi e con gli altri e che consentono di apprezzare appieno le bellezze del creato. Un grazie di cuore in primis ai numerosissimi pellegrini, soprattutto i più giovani, miei concittadini, a quelli provenienti da diversi paesi limitrofi ma soprattutto un grazie speciale a quelli pratolani che ci onorano ogni anno della loro nutrita presenza e ci accolgono con grande spirito di fratellanza. Grazie a Padre Eusebio, a Padre Agostino, alle Compagnie della Madonna della Libera e della Madonna delle Grazie di Gioia, e al Comitato festeggiamenti della Madonna della Libera di Pratola senza il cui prezioso contributo nulla si potrebbe realizzare. Un grazie agli splendidi, infaticabili ragazzi della Protezione civile di Gioia, alla Misericordia di S.Benedetto, alle forze dell’ordine, alla nostra impeccabile Polizia Municipale e a quella pratolana che hanno garantito che tutto si svolgesse in piena sicurezza. Grazie a tutti i miei splendidi amministratori e ai consiglieri comunali che hanno partecipato con grande senso civico ai momenti istituzionali, al collega Sindaco di Goriano Sicoli Rodolfo Manganelli per la calda accoglienza all’amico e collega Consigliere Provinciale Nunzio Tarantelli per aver garantito continuità nella presenza istituzionale della nostra amata Provincia. Infine, alto il senso di gratitudine all’amica di sempre e Sindaco di Pratola Antonella Di Nino con cui abbiamo condiviso il sogno, divenuto ora realtà di essere Sindaci delle nostre amate comunità, e attraverso lei all’intera comunità pratolana, per l’accoglienza fraterna riservataci emblematica del rapporto di gemellaggio esistente tra i nostri Paesi❤️❤️🙏🙏
Scriveva S.Riccardo che:”Turista è chi passa senza carico né direzione. Camminatore chi ha preso lo zaino e marcia. Pellegrino chi, oltre a cercare, sa inginocchiarsi quando è necessario” ed in questi giorni da pellegrino ho imparato l’importanza di inginocchiarsi!

Related posts

Avezzano – Di Pangrazio “veloci verso l’ultimazione e la riqualificazione della zona nord” affidata progettazione per il completamento il Nuovo Municipio

Redazione

Pneumatici invernali è scattato l’ obbligo tassativo dal 15 novembre 2022. I dettagli

Redazione

AVEZZANO – CAMPIONATI ITALIANI DI PARACICLISMO IL GAL MARSICA RIPROPONGA L’EVENTO ANCHE PER IL 2023

Redazione

Leave a Comment