Avezzano Chiese NOTIZIE Riserva monte Salviano

Avezzano – Santuario della Madonna del Silenzio- Il Santuario che ospita due importanti icone mariane

di Matteo Biancone

Il Santuario della Madonna del Silenzio è un edificio religioso sito ad Avezzano(AQ), in Via Lago di Scanno n.43, in un quartiere piuttosto popoloso. La chiesa, la cui costruzione risale agli anni successivi al terremoto del 1915, fu originariamente consacrata al Sacro Cuore e successivamente a San Francesco d’Assisi, e nel 2020 è stata eretta a Santuario Diocesano con il titolo di “Madonna del Silenzio in San Francesco”.
La chiesa e l’adiacente convento, come detto, sono stati edificati dopo il tragico sisma del 1915, che aveva ridotto in rovina il convento francescano e l’antica chiesa di Santa Maria in Vico, situati nella zona sud di Avezzano, lungo la strada che porta al cimitero. Per ricostruire quanto distrutto venne allora acquisito un nuovo terreno, a ridosso del monte Salviano, dove la chiesa e il convento vennero edificati nella posizione attuale, grazie all’impegno dei frati cappuccini d’Abruzzo, alle donazioni dei cittadini e ad un’elargizione di Papa Benedetto XV. Nel 1917 si diede iniziò alla costruzione delle nuove strutture. La chiesa nel 1922 fu aperta al culto e inizialmente venne intitolata al Sacro Cuore di Gesù. La struttura però già nel 1939 presentava dei problemi, aggravati poi dai danni provocati dai bombardamenti alleati della seconda guerra mondiale, così nel dopoguerra alcune parti furono abbattute.
Negli anni Cinquanta ebbero luogo la ristrutturazione della chiesa e l’ingrandimento del convento dei frati francescani. Il primo gennaio 1971 il vescovo dei Marsi, mons. Domenico Valerii, elevò a Parrocchia la chiesa che veniva intitolata, insieme al convento, a San Francesco d’Assisi, al quale originariamente era intitolata in Avezzano la chiesa di San Giovanni Decollato, sita in Piazza Castello.
Nel corso degli anni Settanta furono effettuati interventi di adeguamento delle strutture e fu realizzata la nicchia che ospita l’antica icona della Madonna di Vico, che tuttora si trova nella chiesa.
In seguito vennero realizzate nei terreni adiacenti il convento strutture ricreative e sportive, frequentate dalle persone del quartiere. Nei primi anni Duemila il comune di Avezzano ha pavimentato in porfido il piazzale antistante la chiesa. Sul piazzale una targa ricorda il frate cappuccino questuante, Daniele Mastrocola, che per molti anni ha operato in Avezzano, dedicandosi anche al lavoro dell’orto, simboleggiato da un carriola metallica posta sul piazzale.
Dal 2010, in seguito alla crisi di vocazioni, il territorio della Parrocchia di San Francesco è stato incluso nella Parrocchia di San Pio X.
La chiesa ha trovato una nuova vitalità quando il 13 maggio 2020, nella giornata in cui si ricorda l’apparizione della Madonna di Fatima, l’allora vescovo della Diocesi dei Marsi, mons. Pietro Santoro, ha ufficialmente elevato la chiesa a Santuario Diocesano della Madonna del Silenzio in San Francesco, con decreto vescovile che è attualmente esposto nel Santuario.
Il Vescovo richiamò le parole con cui Papa Francesco in un’omelia aveva presentato all’attenzione del popolo cristiano e dei pastori un nuovo titolo con cui invocare la Madonna, quello di “Vergine del Silenzio”.
La storia che ha portato alla creazione di questo Santuario, del quale è rettore Padre Emiliano Antenucci, aveva avuto inizio alcuni anni prima. Padre Emiliano, dell’Ordine dei Frati Minori Cappuccini, interessato all’esperienza del silenzio e della vita contemplativa, nel 2010 ha commissionato alle monache benedettine dell’Abbazia Mater Ecclesiae dell’Isola di San Giulio sul Lago d’Orta, in Piemonte, la realizzazione di un’icona che rappresentasse la Vergine del Silenzio, ispirata ad un affresco copto dell’VIII secolo. L’immagine venne poi presentata a Papa Francesco che l’apprezzo molto, tanto che una copia dell’opera venne benedetta dal Papa il 18 maggio 2015 e collocata all’ingresso principale del palazzo Apostolico nel cortile di San Damaso.
Nel 2016 Padre Emiliano portò l’icona originale al Papa, che la benedisse e l’autografò scrivendo dietro l’icona “Non sparlare degli altri”.
Francesco, attento al silenzio e contrario al “chiacchiericcio”, nel 2019 scrisse al ministro provinciale dei Cappuccini d’Abruzzo, Padre Nicola Galasso, questa richiesta: “Sarebbe bello trovare un posto, una chiesa, dove si possa dare culto pubblico alla Madonna del Silenzio. Pensi lei per favore e mi faccia la proposta”.
L’interessamento dell’Ordine dei Cappuccini e di Padre Emiliano Antenucci ha portato ad individuare la chiesa di San Francesco di Avezzano, che era rimasta chiusa, come possibile sede da destinare alla Vergine del Silenzio, proposta accettata dal Papa, e il Vescovo Pietro Santoro ha portato a compimento il progetto, disponendo che l’icona della Vergine del Silenzio fosse esposta nel Santuario di Avezzano, del quale è rettore Padre Emiliano Antenucci.
Il Santuario ospita quindi l’icona originale della Vergine del Silenzio, che è stata benedetta da Papa Francesco il 15 giugno 2016. L’icona in chiesa è posta davanti all’altare, su un sostegno di marmo, protetta da due vetri, così è possibile sia ammirare la Madonna sia leggere dietro al quadro la frase autografa del Papa “Non sparlare degli altri”.
Nell’icona, su fondo oro, la Vergine è ritratta con una mano aperta, quasi a dire “fermati”, mentre porta l’indice dell’altra mano alle labbra per indicare il silenzio. Sembra richiamare chi la guarda a fermarsi e tacere per fare posto alla voce di Dio.
Quello di Avezzano è il primo santuario al mondo intitolato alla Madonna del Silenzio, la cui devozione sta richiamando interesse anche in altri paesi.
Nel Santuario di Avezzano, costituito da un’unica navata, si trova tuttora, oltre all’icona della Madonna del Silenzio, anche l’antica immagine della Madonna di Vico.
L’icona della Madonna di Vico, è stata inizialmente ritenuta legata allo stile bizantino (X-XI secolo), mentre secondo alcuni studi successivi sarebbe da collocare nell’ambito del tardo gotico del XV secolo. L’opera è antica e di pregio, recentemente, nello scorso mese di dicembre, si è tenuta in Avezzano una conferenza dal titolo “La Madonna di Vico di Avezzano nel panorama della pittura tardogotica in Abruzzo”, organizzata dall’Archeoclub-Sezione Marsica con la partecipazione della Professoressa Cristiana Pasqualetti, docente di Storia dell’Arte Medievale presso l’Università dell’Aquila.
L’icona della Madonna di Vico, che rappresenta la Vergine con il Bambino, è passata per molte peripezie. Per quanto noto l’immagine, secondo alcuni risalente al XV secolo, sinora non attribuita con certezza ad alcun pittore, era parte di una pala d’altare. Anticamente si trovava in Penna, sulla rive del Lago di Fucino in territorio di Luco, da lì fu rimossa perché quel luogo fu sommerso dalle acque del lago e pertanto venne trasferita nella Chiesa di Vico, che prendeva il nome dall’omonima località sita alla periferia di Avezzano, nella zona del cimitero vecchio. Alla chiesa di Vico venne poi annesso nel 1570 il convento dei Frati Cappuccini. Come già detto il terremoto del 1915 distrusse la chiesa e il convento e dell’immagine della Madonna di Vico che era lì custodita si persero poi le tracce e gli avezzanesi non sapevano più quale fosse stata la sua sorte. Infatti, dopo il sisma, il quadro venne portato nel Museo Palazzo Venezia di Roma, da lì fu trasferito al museo capitolare di Velletri, quindi tornò nel 1952 a Palazzo Venezia per il restauro. Proprio a Palazzo Venezia il quadro fu visto e riconosciuto da un avezzanese, il professor Francesco Bianchi. I Cappuccini s’interessarono alla restituzione del quadro, che riportava la scritta “preso dal terremoto di Avezzano”. La prima domanda di restituzione fu inoltrata nel 1968 e dopo molti diverbi i Cappuccini ottennero la restituzione del quadro, che venne disposta nel 1972 dall’allora Ministro della Pubblica Istruzione Oscar Luigi Scalfaro. L’icona fu portata nel convento di Avezzano il 23 dicembre dello stesso anno e tuttora si trova nella chiesa, che ospita quindi due importanti icone mariane.
La facciata esterna si ispira allo stile neogotico, con il portale a sesto acuto. Nel piazzale sito davanti alla chiesa si trovano anche una croce in ferro e una statua di San Pio da Pietralcina, del quale all’interno è custodita una reliquia. Una targa posta all’esterno della chiesa ricorda anche il lungo servizio svolto da Padre Anselmo Di Biase, deceduto 92enne dopo aver trascorso più di 60 anni nel convento di Avezzano.
Presso il Santuario del Silenzio in questi anni si sono tenute conferenze con la partecipazione di importanti figure del mondo religioso. Nel Santuario ogni giorno viene celebrata la messa. Nel sito del Santuario https://www.verginedelsilenzio.org/ è possibile trovare indicazioni in merito agli orari di celebrazione delle messe, all’adorazione eucaristica e alla programmazione di momenti di formazione spirituale.

Fonti:

  • “Santuario della Madonna del Silenzio” in Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/Santuario_della_Madonna_del_Silenzio
  • “Diocesi: Avezzano, la chiesa di San Francesco eretta in santuario “Madonna del Silenzio”” sul sito dell’Agenzia di Informazione S.I.R. (Servizio Informazione Religiosa), 27 maggio 2020 https://www.agensir.it/quotidiano/2020/5/27/diocesi-avezzano-la-chiesa-di-san-francesco-eretta-in-santuario-madonna-del-silenzio/
  • “CONVENTO DI SAN FRANCESCO DI AVEZZANO” su webmarsica.it https://www.webmarsica.it/convento-di-san-francesco-di-avezzano/
  • “Il santuario della Vergine del Silenzio – la sua storia” di Parrocchie3.1, 9 Giugno 2020 su parocchie31.it https://www.parrocchie31.it/il-santuario-della-vergine-del-silenzio-la-sua-storia/
  • “Papa Francesco riapre la chiesa dei Frati” , 25 febbraio 2020, sul sito di Il Centro https://www.ilcentro.it/l-aquila/papa-francesco-riapre-la-chiesa-dei-frati-1.2377836
  • Santuario Madonna del Silenzio: mons. Santoro (Avezzano), “un dono per tutta la Chiesa”. “Ogni parola che esce dalla dittatura del rumore è conficcata nel cuore di Dio” 27 febbraio 2020 sul sito dell’Agenzia di Informazione S.I.R. (Servizio Informazione Religiosa) https://www.agensir.it/quotidiano/2020/2/27/santuario-madonna-del-silenzio-mons-santoro-avezzano-un-dono-per-tutta-la-chiesa-ogni-parola-che-esce-dalla-dittatura-del-rumore-e-conficcata-nel-cuore-di-dio/
  • “Spiritualità. Fra Emiliano Antenucci: «Ecco il segreto della Madonna del Silenzio»” di Roberto I. Zanini, 19 gennaio 2020 sul sito dell’Avvenire https://www.avvenire.it/agora/pagine/la-madonna-del-silenzio-fra-emiliano-antenucci
  • “Il Santuario Madonna del Silenzio” sul sito ufficiale del Santuario Madonna del Silenzio https://www.verginedelsilenzio.org/santuario/
  • “La Madonna di Vico: un quadro sparito dopo il terremoto e poi ritrovato” di Matteo Biancone, 14 gennaio 2014, su marsicalive.it https://marsicalive.it/la-madonna-di-vico-un-quadro-sparito-dopo-il-terremoto-e-poi-ritrovato/
  • “Un tesoro ritrovato, chi si nasconde dietro la Madonna di Vico? Il 6 dicembre conferenza della prof.ssa Pasqualetti per l’Archeoclub Marsica” di Maria Tortora, 30 novembre 2023 su terremarsicane.it https://www.terremarsicane.it/un-tesoro-ritrovato-chi-si-nasconde-dietro-la-madonna-di-vico-il-3-dicembre-conferenza-della-prof-ssa-pasqualetti-per-larcheoclub-marsica/
  • “AVEZZANO FESTEGGGIA LA VERGINE DEL SILENZIO” di padre Emiliano Antenucci, 5 agosto 2022 sul sito della rivista Famiglia Cristiana https://www.famigliacristiana.it/articolo/avezzano-festegggia-la-vergine-del-silenzio-domenica-7-agosto.aspx#:~:text=Il%201%20Novembre%202020%20viene,devoto%20alla%20Vergine%20del%20Silenzio
  • “Compie due anni il Santuario della Vergine del silenzio” di Fabio Colagrande, 13 maggio 2022 su la testata giornalistica online della stampa ufficiale della Città del Vaticano vaticannews.va https://www.vaticannews.va/it/chiesa/news/2022-05/santuario-madonna-silenzio-secondo-anniversario-antenucci.html#:~:text=Fra%20Antenucci%3A%20Avezzano%20in%20festa,dell’erezione%20del%20

Related posts

Finanziata la biblioteca comune di Sante Marie, presto nuovi volumi e l’apertura al pubblico

Redazione

RISERVA NEI CONCORSI PUBBLICI DEI POSTI VOLONTARI FF.AA.

Redazione

LEGGE 104-92: agevolazioni fiscali per i soggetti disabili e le loro famiglie

amministratore

Leave a Comment