Musei della Marsica Pescina

Pescina (Aq) – Casa Museo Mazzarino

di Matteo Biancone

La Casa Museo Mazzarino, dedicata al Cardinale Giulio Mazzarino, nato a Pescina nel 1602 e  principale ministro in Francia durante il regno di Luigi XIV dal 1642 al 1661, è situata nel centro storico di Pescina.

La casa museo è ospitata in una palazzina situata nella parte più alta della cittadina marsicana, non distante dalla tomba di Ignazio Silone sita alla base del campanile di San Berardo.

L’edificio fu realizzato, grazie all’impegno del mecenate lombardo l’ingegnere Gervaso Rancilio, a cominciare dal 1970-1971. La palazzina è stata innalzata inglobando i resti della casa natale di Mazzarino.Al termine dei lavori, il 29 giugno 1972, fu inaugurato il Museo. L’allestimento fu reso possibile in particolare grazie alla collaborazione della “Biblioteca Mazzariniana”di Parigi, diretta da Madeleine Laurain-Portemer, e dell’associazione italo-francese SAMAP, di cui fu direttore il politico francese Maurice Schumann.

Nel salone a pian terreno della Casa Museo troviamo la biblioteca e la sala lettura, qui è esposta la copia dell’atto di nascita del Cardinale e interessanti foto che ritraggono Pescina come era prima del terremoto del 1915.

Al piano superiore un ampio salone funge da sala conferenze dove sono esposti vari cimeli e documenti relativi alla vita e alle opere del Mazzarino.

La Casa Museo ospita vari documenti, gli scritti del cardinale, vari cimeli e opere come stampe, quadri ed arazzi, nonché lo stemma di Giulio Mazzarino.  

La Casa Museo, gestita dal Comune di Pescina, promuove iniziative culturali, come rassegne e convegni incentrati sulla figura di Mazzarino, e i visitatori interessati possono prendere visione di libri e opuscoli riguardanti il Cardinale.

La biblioteca va anche acquisendo la funzione di biblioteca specializzata in pubblicazioni sull’Abruzzo e ospita mostre temporanee.

La Casa Museo ospita tra l’altro un volume manoscritto del XVIII secolo, che riporta la vita del Cardinale Mazzarino, opera del napoletano Luigi Parlati, donato al Museo dal cittadino pescinese, Dott. Antonio Villanucci.

Il Museo, con la partecipazione di volontari, apre dalle ore 10.00 alle ore 12.00 e dalle ore 17.00 alle ore 20.00 eccetto il lunedì e il venerdì, per avere maggiori informazioni sulle possibilità di visita si può contattare il seguente recapito telefonico: 330925049.

Fonti:

Related posts

Celano (Aq) – Biblioteca e Museo di Santa Maria Valleverde

Redazione

LA CITTÀ DI PESCINA RINGRAZIA PER IL SOSTEGNO RICEVUTO PER LA CAPITALE DELLA CULTURA 2025!

Redazione

Pescina – Venerdì 20 maggio, alle ore 17.45, la scrittrice Roberta Di Pascasio sarà presso la Casa Museo per presentare “L’equilibrio è un’antica vertigine”

Redazione

Leave a Comment