Il pedone dove lo metto NOTIZIE SICUREZZA STRADALE

Avezzano – Più sicurezza stradale in via Filippo Brunelleschi

Di Augusto Di Bastiano

Sindaco di Avezzano

Gli spostamenti a piedi sono la prima e più fondamentale forma di trasporto, una città percorribile a piedi è un posto migliore di una città percorribile in auto

Il Marciapiede è una parte della sede stradale riservata al transito dei pedoni, per lo più ai lati della strada e a livello più o meno sopraelevato.

Tutti sono pedoni in qualche momento della giornata, dal momento che si esce da casa si è un pedone, il marciapiede dovrebbe essere l’elemento principe della mobilità , un ‘area sicura dove poter iniziare la nostra giornata  e muoverci in libertà.

Non servono molti sforzi per migliorare con buona resa la qualità percepita di una città come togliere spazio alle carreggiate e aumentarlo ai marciapiedi., favorire l’uso della bicicletta e renderlo maggiormente sicuro, una via ben illuminata è più sicura.

Il Centro Giuridico del Cittadino ,mette al centro il pedone ,la sua sicurezza è il viatico per mettere in sicurezza la città, spostarsi  in sicurezza rappresenta una parte significativa  della mobilità cittadina ,ma spesso i marciapiedi  sono trascurati nella progettazione dei sistemi di trasporto.

Via Brunelleschi fa parte di quelle strade cittadine non sicure per i pedoni e per i ciclisti ,per i diversamente abili ,il CGC prova ad avanzare alcune ipotesi d’intervento .

Via Filippo Brunelleschi una Strada lunga un km, marciapiedi che di fatto non sono marciapiedi ,vista lo loro larghezza e la loro impercorribilità da parte del pedone, se dopo  dovesse essere usato da   parte di persona su sedia a ruote è praticamente impossibilitato a percorrerla .

P  R O P O S T E

Lungo tutta la strada un marciapiede su un lato ed una pista ciclabile sull’altro, un’alberatura antismog, passi carrabili autorizzati , attraversamenti pedonali sicuri, parcheggi auto ben individuati così come le fermate dell’autobus ,il marciapiede   non deve costituire  barriera architettonica , ma deve permettere ad un disabile in carrozzina (ma anche alle mamme con passeggino) di passare e muoversi agevolmente.

Marciapiedi e pista ciclabile vengano realizzati con materiale stabilizzato, Le superfici in terra stabilizzata sono ecosostenibili, economiche e drenanti.

  • La parola marciapiede è stata introdotta nell’italiano dopo la metà del Settecento, come calco dal francese marchepied, composto dal V(erbo) marcher ‘camminare’ + il N(ome) pied ‘piede’.

******************************************

leggi anche –

Related posts

“L’occhio e l’indice “ci sarà Davide Passoni con il suo libro specialissimo “Isometria della memoria” (ed.Miraggi), premiato a BookCiack Legge 2023

Redazione

PNRR e scuola: attivi i primi 4 bandi per investimenti in infrastrutture

amministratore

Pescina -Da Fontamara alle terre del fucino, un popolo che ha saputo riscattare la sua storio – Sinergie tra imprese, lavoro e cultura per una prospettiva aperta al futuro -Sabato 18 marzo

Redazione

Leave a Comment