NOTIZIE SANITA'

Rete ospedaliera regione Abruzzo -I plessi di Tagliacozzo e Pescina diventano “stabilimenti ospedalieri”

tanto fumo per fare ?

di Augusto Di Bastiano

fonte regione

10.3 Presidi di Pescina e Tagliacozzo
La programmazione regionale intende valorizzare e potenziare i Presidi di Pescina e Tagliacozzo, anche alla luce degli indirizzi previsti dal PNRR e approvati nel CIS della regione Abruzzo recepito con DGR 263 del  24.5.2022.
L’articolazione organizzativa dei Presidi di Pescina e Tagliacozzo si caratterizza dei seguenti nodi
assistenziali:
• Servizi di diabetologia, radiologia, emodialisi, laboratorio analisi;
• Attività e funzioni afferenti ad un Presidio Medico h 24;
• 52 posti letto ospedalieri di Riabilitazione funzionale e di riabilitazione funzionale ad indirizzo
cardiologico e polmonare allocati presso il Presidio di Tagliacozzo, da ricondurre al Presidio
Ospedaliero di Avezzano;
• 20 posti letto ospedalieri di lungodegenza allocati presso il Presidio di Pescina, da ricondurre al
Presidio Ospedaliero di L’ Aquila.
Pescina Lungodegenza UOSD 20 P.L. ordinari
Tagliacozzo Recupero e riabilitazione funzionale UOC 35 P.L. ordinari
Tagliacozzo Recupero e riabilitazione funzionale ad indirizzo cardiologico e polmonare
UOSD 17 P.L. ordinari

Tra le novità principali spiccano la riclassificazione del presidio di Sulmona quale Dea di primo livello con il mantenimento del punto nascita, per il quale sarà attivato un progetto sperimentale (da sottoporre alla valutazione del Comitato Percorso Nascita nazionale); quella dei nosocomi di Ortona, Penne e Popoli in ospedali di base sede di pronto soccorso; la classificazione dei Presidi medici h24 di Tagliacozzo, Pescina e Guardiagrele in stabilimenti ospedalieri rispettivamente degli ospedali di Avezzano, L’Aquila e Chieti, in cui ubicare specifici reparti specialistici; il riconoscimento al presidio di Atessa della funzione di ospedale di area disagiata.

La nuova programmazione regionale prevede, tenendo conto dei criteri di efficienza e di complementarietà di discipline in relazione ai bacini di utenza, la seguente classificazione dei presidi: 4 ospedali (L’Aquila, Pescara, Chieti, Teramo) con funzioni hub per le reti tempo dipendenti (rete stroke, politrauma/trauma maggiore, rete emergenze cardiologiche estese); 4 ospedali di primo livello (Avezzano, Sulmona, Lanciano e Vasto); 6 ospedali di base (Ortona, Popoli, Penne, Atri, Giulianova e Sant’Omero); 2 presidi di area disagiata, sedi di pronto soccorso (Castel di Sangro e Atessa).

DGR n. 683-C del 17/10/2023

DPF DIPARTIMENTO SANITA’ PESCARA 17/10/2023

RETE OSPEDALIERA REGIONALE – APPROVAZIONE DISEGNO DI LEGGE REGIONALE E DETERMINAZIONI IN ESITO AL PROCESSO DI INTERLOCUZIONE CON I MINISTERI AFFIANCANTI IL PIANO DI RIENTRO.

Allegati

Related posts

Focus Formazione – La programmazione delle attività associative

Redazione

SINDACO DELL’AQUILA: L’ARROGANZA DEL POTERE A SERVIZIO DELLA DISTRUZIONE DELLA SANITÀ PUBBLICA

Redazione

MINISTERO DEL TURISMO -Turismo, un miliardo e 380 milioni per le strutture ricettive con il nuovo incentivo FRI-Tur

Redazione

Leave a Comment