IN PRIMO PIANO

Civitella Roveto(AQ)- Corso formativo sull’interculturalità.

Il  percorso formativo, prenderà il via Lunedì 18 a Civitella Roveto, promosso con la collaborazione della ASL (Consultorio Familiare) e nato dall’esperienza di questi mesi all’interno del Centro di Accoglienza per Minori Stranieri Non Accompagnati, attivo a Roccavivi, frazione del Comune di San Vincenzo Valle Roveto. 

COME NASCE IL PROGETTO

INSIEME PER LA PROMOZIONE DELLA SALUTE E DELL’INTERCULTULARITÀ

Da lunedì 18 settembre 2023 presso la sala conferenze del consultorio di Civitella Roveto, avrà luogo la prima giornata del corso formativo sull’interculturalità.

La giornata si aprirà con i saluti del Dottor Domenico Parise, direttore dell’U.O.S.D. consultoriale area marsica e del sindaco del comune di San Vincenzo Valle Roveto Carlo Rossi.

L’idea è nata dall’esperienza avvenuta all’interno del Centro di accoglienza SAI di Roccavivi – comune di San Vincenzo Valle Roveto, svolta dai volontari Dott.ssa Rossella Lancia – psicologa, maestro Piero Rossi e Dott.ssa Lorena Colone, assistente sociale, coordinati e con la supervisione scientifica della Dott.ssa Floriana De Michele, psicologa-psicoterapeuta presso il consultorio familiare di Civitella Roveto.

Gli obiettivi specifici del corso:

-rispondere ad esigenze specifiche per l’incontro tra le culture occidentali e quelle dei Minori Stranieri Non Accompagnati (MSNA), provenienti da Paesi africani e asiatici

 -costruire una cittadinanza consapevole e responsabile

 -promuovere il diritto alla salute psicofisica

 -trasmettere il significato e il valore del rispetto reciproco.

Con l’elaborazione del progetto si mira alla “fusione” tra teoria e pratica per condurre gradualmente ogni individuo all’interiorizzazione e alla partecipazione attiva e propositiva nella società odierna.

A tale scopo gli interventi del Dott. Lorenzo Bellotta – Pediatra e del Dott. Riccardo Tatangelo – Ginecologo e dell’ospite del Centro Fekry Osama, dimostreranno come la concezione della salute e della cura del corpo siano un punto di contatto tra le diverse culture.

Il traguardo finale a cui tendere è la realizzazione di una transculturalità, definizione di una società umana e comunitaria, nella quale gli individui stabiliscano rapporti e scambi intensi, organizzati e rispettosi, prendendo coscienza della loro identità, rimodulandola alla luce delle esperienze vissute.

“Comunque avevano tutti qualcosa in comune, e appena mi fui abituato alla grande varietà dei loro volti e delle loro espressioni, cercai di scoprire in che cosa realmente consistesse questo tratto comune.”

Elias Canetti, Le voci di Marrakech

Related posts

COMUNE DI AIELLI : AVVISO PUBBLICO PER L’INDIVIDUAZIONE DEI NUCLEI FAMILIARI IN DIFFICOLTA’ ECONOMICHE DERIVANTI DALL’EMERGENZA COVID-19 DA SOSTENERE NEL PAGAMENTO DELLE UTENZE DOMESTICHE

amministratore

LEGGE 104-92: agevolazioni fiscali per i soggetti disabili e le loro famiglie

amministratore

ATTENZIONE ALLE TRUFFE: VADEMECUM DELL’INPS

amministratore

Leave a Comment