IL SOCIALE IN PRIMO PIANO

BONUS acqua -luce -gas

Quali sono i requisiti per beneficiare dei bonus sociali

Quali sono i requisiti
Come si ottengono i bonus
A quanto ammontano
Come e quando si riceve


requisiti per beneficiare dei bonus sociali per disagio economico non sono cambiati rispetto al passato;
in particolare:

il cittadino/nucleo familiare deve risultare in condizione di disagio economico, ossia deve:appartenere ad un nucleo familiare con indicatore ISEE non superiore a 8.265 euro,oppureappartenere ad un nucleo familiare con almeno 4 figli a carico (famiglia numerosa) e indicatore ISEE non superiore a 20.000 euro,oppureappartenere ad un nucleo familiare titolare di Reddito di cittadinanza o Pensione di cittadinanza.uno dei componenti del nucleo familiare ISEE deve risultare intestatario di un contratto di fornitura elettrica e/o di gas naturale e/o idrica:con tariffa per usi domestici (ossia la fornitura deve servire locali adibiti ad abitazioni a carattere familiare) o, per accedere al bonus sociale idrico, per uso domestico residenteattivo (ossia l’erogazione del servizio deve essere in corso) o temporaneamente sospeso per morosità.in alternativa, uno dei componenti del nucleo familiare ISEE deve usufruire, in locali adibiti ad abitazioni a carattere familiare, di una fornitura condominiale (centralizzata) di gas naturale e/o idrica per uso civile e attiva.
➡ Quali requisiti deve avere la fornitura per poter beneficiare del bonusOgni nucleo familiare ha diritto a un solo bonus per tipologia – elettrico, gas, idrico – per anno di competenza della DSU (cosiddetto “vincolo di unicità“).Ad esempioper l’anno 2021 un solo bonus per disagio economico elettrico, un solo bonus gas e un solo bonus idrico.

Quali requisiti deve avere la fornitura per poter beneficiare del bonus

FORNITURA DIRETTA

La fornitura diretta elettrica, gas e idrica deve essere intestata a uno dei componenti del nucleo familiare ISEE, ossia il contratto di luce, gas e acqua deve essere intestato a uno dei componenti del nucleo, indicati nella DSU. Inoltre:

elettricità la fornitura diretta elettrica deve essere:

  • per uso domestico, 
    ossia deve servire locali adibiti ad abitazioni a carattere familiare;
  • attiva
    ossia l’erogazione del servizio deve essere in corso; sono considerate attive anche le forniture momentaneamente sospese per morosità;

gas la fornitura diretta gas deve essere:

  • per uso domestico
    ossia deve servire locali adibiti ad abitazioni a carattere familiare;
  • attiva
    ossia deve essere in corso l’erogazione del servizio; sono considerate attive anche le forniture momentaneamente sospese per morosità;
  • il gas naturale deve essere utilizzato per riscaldamento e/o uso cottura cibi e/o produzione di acqua calda sanitaria;
  • il misuratore (contatore) del gas installato nell’abitazione non deve essere di classe superiore a G6 (la classe massima del misuratore installato per le utenze domestiche);

 la fornitura diretta idrica deve essere:

  • per uso domestico residente
    ossia deve servire l’abitazione in cui l’utente ha la residenza;
  • attiva
    ossia deve essere in corso l’erogazione del servizio; sono considerate attive anche le utenze momentaneamente sospese per morosità.

FORNITURA CONDOMINIALE

La fornitura condominialeossia la fornitura che serve il condominio in cui si trova l’abitazione del componente del nucleo familiare ISEE, deve avere le seguenti caratteristiche:

 fornitura condominiale di gas naturale :

  • il PDR (punto di riconsegna) deve essere relativo ad un condominio in cui sono presenti unità abitative che utilizzano il gas naturale in locali adibiti ad abitazioni a carattere familiare;
  • il gas deve essere utilizzato per riscaldamento e/o uso cottura cibi e/o produzione di acqua calda sanitaria;
  • la fornitura deve essere attiva;
  • la fornitura di gas deve essere utilizzata dal cliente domestico in locali adibiti ad abitazioni a carattere familiare;

 fornitura condominiale idrica :

  • deve essere attiva
    Nel caso in cui non sia stata preliminarmente individuata dal Gestore Idrico competente una fornitura idrica diretta, ossia intestata ad uno dei componenti del nucleo familiare ISEE, se il nucleo familiare risulta intestatario  di un contratto di fornitura di energia elettrica per usi domestici e attivo, il Gestore Idrico assume che il nucleo familiare usufruisca anche di una fornitura idrica centralizzata e provvede a riconoscere il bonus.
➡ Vivo in un condominio, posso ottenere i bonus?

➡ Sono andato a vivere nella casa dei miei nonni e i contratti di utenza sono intestati ancora a loro: posso ottenere il bonus?

➡ Vivo in una abitazione in affitto e i contratti di fornitura sono intestati al proprietario. Posso avere il bonus?

➡ Sono beneficiario di bonus elettrico, gas e idrico. Mio figlio abita per conto proprio ed e’ titolare di una fornitura diretta di elettricita’, di gas naturale e idrica: puo’ ottenere il bonus per lo stesso anno di competenza della dsu (es. Anno 2021)?

Related posts

Volontari in ferma prefissata di un anno (VFP 1) nell’Esercito Italiano –

Redazione

CONCESSIONE, AL SENSI DELLA L. 120/97, IN FAVORE DEL COMUNE DIAVEZZANO DELL’IMMOBILE DI PROPRIETÀ REGIONALE DENOMINATO”PARCO TORLONIA” SITO IN AVEZZANO.

Redazione

“I Marsi e l’origine di Avezzano” di Loreto Orlandi ce ne parla Matteo Biancone. Il libro è consultabile presso L’Aia dei Musei di Avezzano-

Redazione

Leave a Comment